La casa editrice Anguana Edizioni

Anguana Edizioni nasce a metà agosto 2010, come “soluzione” per pubblicare velocemente e bene “Storie di Anguane”, il primo libro di Anguanamadre. Seguono subito a ruota altre pubblicazioni, anche di altri autori, e la collaborazione con enti pubblici e privati cittadini.
La sede è alla Tana, ai piedi dei Colli Berici, nel profondo entroterra veneto: tipica dimora e luogo da Anguane. Non essendo nata a scopo di lucro, e avendo a monte altre fonti di reddito, Anguana Edizioni può permettersi scelte editoriali e linee di condotta anche controcorrente e palesemente anti commerciali. La linea editoriale di Anguana Edizioni è quella di essere una casa editrice del territorio veneto, per il territorio veneto; con una forte apertura nei confronti delle nostre tradizioni e del nostro retaggio culturale, e un grande interessamento alla nostra storia, anche la più antica.
Anguana Edizioni è fortemente interessata alla storia dei Veneti Antichi, alla spiritualità venetica e celtica, al druidismo, allo sciamanesimo, alle tradizioni e alle fole della nostra civiltà contadina, e a tutto ciò che riguarda il territorio veneto, il suo passato e il suo presente, la sua natura e la sua gente, e i modi per viverlo e gestirlo al meglio; e, in quanto Anguana, è sfegatatamente femminista, animalista ed ecologista! Una posizione di primo piano viene inoltre riservata alle tematiche inerenti il culto della Grande Madre, in tutte le sue forme, e riguardanti la Sacralità Femminile.
Anguana Edizioni è disponibile alla collaborazione con organizzazioni o privati che condividano i medesimi interessi e lo stesso amore per il territorio e tutte le sue forme di vita. Ma, come tutte le Anguane, non accetta e non tollera i comportamenti maleducati e scorretti, e chi non tiene fede alla parola data. Anguana Edizioni fa benissimo a meno di questi bassi valori, e non desidera avere a che fare con loschi figuri praticanti tali condotte. Il 5 per mille del reddito di Anguana Edizioni viene devoluto all’associazione Gattorandagio Onlus. Benvenuto Viandante alla Tana sul web di Anguana Edizioni! Ti auguro una buona permanenza tra queste pagine fatesche e virtuali; e un buon Cammino.

L’antica Caminata di San Michele
Sede di Anguana Edizioni

L’Antica Caminata di S. Michele in Sossano ( VI ), nota anche come Borgo S. Michele e chiamata dal popolo “I Castelli Romani”, dà il nome a due delle collane editoriali di Anguana Edizioni: I BLU DELLA CAMINATA ( che annovera traduzioni di autori stranieri e re-print di opere italiane ) e I VIOLA DELLA CAMINATA ( collana WICCA & STREGONERIA ).
Borgo medioevale di epoca longobarda (XII sec. circa), più volte ampliato e rimaneggiato nei secoli, era fino al 1880 circa la canonica della chiesa di S. Michele,
contemporanea e sempre di epoca longobarda, a cui è sopravvissuta. Dell’antica chiesa, crollata intorno al 1880 per incuria, rimane soltanto il campanile in stile romanico e l’abside, inglobati nell’area dell’adiacente cimitero.
Il complesso di S. Michele ( chiesa, campanile e canonica ) sorge su una delle leylines dei Colli Berici, sicuramente edificato sopra un precedente sito di culto pre-cristiano ( probabilmente dedicato a Belenos e Belisama ), si trova sull’omonimo promontorio dei Colli Berici in località S. Michele, appunto, ed è orientato in base alla levata eliaca, come tutti i monumenti sacri dell’antichità.
Il complesso della Caminata (termine latino medioevale, che sta a indicare una “grande stanza con camino dove si riunisce il clero”) è passato di mano dalla curia al comune a cavallo tra ‘800 e ‘900. Il comune di Sossano lo ha dato in un primo tempo come abitazione alle famiglie indigenti della zona, ha quindi subito più di un incendio, ed è stato poi abbandonato al saccheggio, all’incuria e al degrado più totale, fino a diventare una vera e propria discarica a disposizione di chiunque nella zona non avesse voglia di conferire i rifiuti fin giù in paese all’ecocentro!
E’ considerato da sempre un luogo stregato e inquietante, dove si aggirano oscure presenze e si possono fare esperienze e incontri alquanto singolari.
Quando a Lughnasad 2012 la Caminata è passata di nuovo di mano, dalla proprietà pubblica del comune alle zampe private di Anguana, era ormai ridotta a un rudere pericolante, del tutto depredato, mangiato dall’edera e soprattutto praticamente sommerso ( nel vero senso della parola ) di immondizia.
Dopo anni di lavori di bonifica e di restauro conservativo, dalla primavera 2018 è la sede di Anguana Edizioni.
La sua storia, raccontata qui per sommi capi, spiega il perché si è scelto di legare al suo nome due delle collane editoriali più particolari di Anguana.
A buon intenditor, poche parole…

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente
i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.