In Evidenza Dettagli

COVID-19: L’INFLUENZA CHE STERMINO’ LA DEMOCRAZIA

14.00

Categorie: , Product ID: 714

Descrizione

Nessun virus, neanche il più letale, può giustificare l’archiviazione delle libertà, la compressione dei diritti costituzionali e la dissoluzione della democrazia.

 

Cosa c’è al mondo che sta più a cuore all’individuo della tutela della propria salute? Che viene da esso considerato assolutamente indispensabile, ma quasi mai conservabile senza l’aiuto di esperti? Non c’è nient’altro, ovviamente.

 

Il libro di Flavio Ceradini si pone come una cronistoria ragionata dell’epidemia legata al Covid-19. È la narrazione, svolta in prima persona da chi ha seguito giorno per giorno il convulso susseguirsi degli eventi, del diffondersi del virus, del mutare della società, della riplasmazione dei rapporti umani e dell’instaurazione di un nuovo governo delle cose e delle persone, nell’ambito di un instaurarsi di una dittatura sanitaria, che vede l’Ordine dei medici assumere la funzione di moderna Inquisizione.

Che la democrazia sia stata “sterminata”, è sotto gli occhi di tutti, almeno di quelli che abbiano ancora il coraggio di vedere e di chiamare le cose con il loro nome: del resto, il buio è quando tutti chiudono gli occhi.

 

“Il sommo grado dell’ingiustizia sta nell’apparire giusti,

senza però esserlo realmente.”

(Platone)

 

 

 

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente
i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.